In viaggio verso Barbados?: Visualizza gli ultimi aggiornamenti qui
Prenota un test COVID mobile negli Stati Uniti e in Canada qui
Cosa c'è in una città ... Bridgetown

Cosa c'è in una città ... Bridgetown

La capitale Bridgetown nelle Barbados è ricca di significato storico. E una passeggiata per le strade mette in mostra molti edifici, monumenti e monumenti alle Barbados, che raccontano secoli di storie che vivono all'interno della città.

Patrimonio mondiale dell'UNESCO

L'importanza di questa città caraibica risuona oltre i confini dell'isola, tanto da essere stata riconosciuta nel 2011 quando l'UNESCO ha designato Bridgetown e la sua guarnigione come patrimonio mondiale dell'UNESCO.

A quel tempo, l'UNESCO stabilì che Bridgetown Barbados (e 115 edifici all'interno) fungesse da esempio ben conservato di una città coloniale britannica del XVII-XIX secolo. La disposizione delle sue strade riflette uno stile medievale inglese, mentre l'architettura è una miscela di una serie di elementi, ora identificati dall'UNESCO come georgiano dei Caraibi. Inoltre, l'UNESCO ha anche riconosciuto la città principale delle Barbados come centrale per l'espansione del commercio britannico nelle Americhe.

La storia

Nel 1625, i coloni britannici sbarcarono alle Barbados e rivendicarono l'isola in nome dell'impero britannico. A quel tempo, una delle poche strutture che hanno trovato dopo aver esplorato l'isola era un ponte (che si ritiene sia stato costruito dagli indigeni dell'isola). L'area fu etichettata come Indian Bridge e alcuni decenni dopo, la gente della città ricostruì il ponte e ribattezzò la città delle Barbados - Il suo secondo nome era Town of St Michael, tuttavia la popolarità del vecchio nome fece sì che il punto di riferimento dei Caraibi venisse infine ribattezzato Bridgetown - ora la capitale del paese.

Nel 1872, il ponte fu nuovamente sostituito, questa volta, con un ponte girevole che si aprì per consentire il passaggio delle navi. Chamberlain Bridge, che prende il nome da Joseph Chamberlain nel 1900, è stato successivamente convertito in un ponte sollevabile nel 2011 ed è il moderno ponte sollevabile che si trova ancora oggi. Serve prevalentemente come attraversamento pedonale e il fiume funge da porto sicuro per la pesca e le navi di lusso.

Come in ogni città moderna, Bridgetown Barbados ospita spazi verdi, negozi, cibo autentico Bajan, edifici religiosi, monumenti, musei e molto altro ancora.


Monumenti e punti di riferimento a Barbados

Arco dell'Indipendenza

Il Chamberlain Bridge è incorniciato da una struttura imponente conosciuta come l'Independence Arch. Questo punto di riferimento nelle Barbados è stato inaugurato nel 1987, una commemorazione dell'indipendenza dell'isola dagli inglesi nel 1966. L'arco mostra gli emblemi nazionali del paese: il tridente spezzato; il Pride of Barbados, che è il fiore nazionale; lo stemma; il pellicano e il delfino. L'arco mostra anche un'iscrizione della promessa nazionale e un'immagine del Padre dell'Indipendenza dell'isola e primo Primo Ministro della nazione indipendente, il compianto Right Excellent Errol Walton Barrow.  


Piazza dell'Indipendenza

A pochi passi da questo imponente arco c'è un parco che è stato anche chiamato in omaggio all'indipendenza delle Barbados è Independence Square. Originariamente utilizzato come uno dei parcheggi più frequentati di Bridgetown, questo spazio è stato ridisegnato e riaperto al pubblico nel 2007. Il parco è un luogo perfetto per la ricreazione, con panchine in pietra, alberi maturi che forniscono aree ombreggiate, un anfiteatro, fontane e una vista del fiume con le barche che saltellano dolcemente sull'acqua. Se ti trovi alle Barbados nel periodo natalizio, una passeggiata notturna nel parco è d'obbligo, poiché è disseminato di dozzine di alberi di Natale splendidamente illuminati, decorati dalle varie scuole dell'isola. Tuttavia, indipendentemente dal periodo dell'anno, il punto focale di Piazza dell'Indipendenza si erge alto al centro - una statua maestosa del Padre dell'Indipendenza, il defunto Eccellente Errol Walton Barrow, un eroe nazionale e il primo premier dell'isola - guarda oltre il fiume in Piazza degli Eroi.


Piazza degli Eroi

Tre dei famosi punti di riferimento delle Barbados si trovano in Piazza degli Eroi. Innanzitutto, la Fontana dei delfini serve come celebrazione dell'introduzione dell'acqua corrente alle Barbados. C'è anche un monumento ai caduti chiamato il Cenotafio che onora i contributi dei soldati delle Barbados che hanno combattuto nelle due guerre mondiali. (Come è consuetudine in Gran Bretagna, c'è un servizio del Giorno della Memoria che si tiene ogni anno in Piazza degli Eroi per commemorare quelle vite perse.) Il terzo monumento in quest'area, precedentemente noto come Trafalgar Square, è stato al centro di controversie per qualche tempo - una statua del Lord Ammiraglio Horatio Nelson . Eretta nel 1813, i Barbados chiedono da tempo la rimozione di questa somiglianza in bronzo dell'ammiraglio Nelson, soprattutto perché la nuova Piazza degli Eroi è un tributo agli eroi nazionali dell'isola. Prima dell'emancipazione, i proprietari delle piantagioni portavano spesso i loro schiavi in quest'area per umiliazioni e punizioni pubbliche. Mentre gli eroi nazionali combattevano per la libertà e una Barbados migliore, questa statua serve come promemoria del dominio coloniale e di secoli di schiavitù, con Nelson che è conosciuto come uno che si opponeva all'abolizione della schiavitù.

 

Edifici del Parlamento delle Barbados

Ci sono altri resti del colonialismo e dell'Impero britannico sparsi per Bridgetown. Proprio di fronte a Piazza degli Eroi si trova una delle strutture più iconiche della città: gli edifici del Parlamento delle Barbados. Costruiti utilizzando pietra calcarea locale, questi edifici furono progettati e completati nel 1874, nello stile dell'architettura gotica. Questo sito ospita la Camera dell'Assemblea e del Senato, con il Parlamento delle Barbados che è la più antica istituzione di questo tipo nel Commonwealth. La storia del governo dell'isola è archiviata ed esposta nel Museo del Parlamento in loco, che ospita anche la National Heroes Gallery. Quella galleria mostra le interpretazioni artistiche dei contributi dei 10 eroi nazionali delle Barbados.

 

Il Blackwoods Screw Dock

Dall'altra parte del fiume, c'è ancora un altro sito storico unico nel suo genere. Il Blackwoods Screw Dock è l'unico bacino di carenaggio ancora esistente a livello globale. Progettato in stile vittoriano e completato nel 1893, il sollevatore a vite facilitava il sollevamento di navi per la pulizia o le riparazioni e poteva sostenere il peso fino a 1.200 tonnellate. Questo molo era una volta un alveare di attività in un'epoca in cui le Barbados fungevano da porto importante per le navi mercantili. Mentre molte navi avrebbero trasportato merci e sostenuto la fiorente industria dello zucchero di quel tempo, l'area di attracco sarebbe stata anche il punto di scarico per quelle navi che trasportavano africani schiavi che dovevano essere messi all'asta ai migliori offerenti. Una targa commemorativa è ora collocata lungo i moli in omaggio alla capacità di recupero di quegli antenati che hanno sopportato questa orribile esperienza.

 

Religione a Bridgetown

Cattedrale anglicana di San Michele

Il periodo coloniale ha avuto anche un impatto significativo sull'espressione religiosa nella città principale delle Barbados. Essendo stata colonizzata solo dagli inglesi, la Chiesa anglicana è considerata la religione nazionale. Tuttavia, ci sono molte altre espressioni spirituali praticate dai residenti dell'isola e molti di loro hanno luoghi di culto a Bridgetown. La cattedrale anglicana di San Michele è stata costruita nel 1789 e ospita il più grande organo a canne dei Caraibi. Una volta dentro, puoi guardare la luce danzare dalle vetrate colorate sul fonte battesimale del XVII secolo.

L'ebraismo è rappresentato anche a Bridgetown, con la Sinagoga Nidhe Israel a pochi minuti a piedi dalla cattedrale. Con gli sforzi fatti per mantenere gran parte del suo design originale del 1654, i suoi interni in mogano e marmo sono niente di meno che sbalorditivi. C'è anche un museo che ha archiviato accuratamente il contributo ebraico allo sviluppo delle Barbados.

Anche a Bridgetown ci sono 2 moschee musulmane: Jumma Masjid e Madina Masjid. Questi edifici più moderni riflettono lo stile e l'eleganza tipici dell'architettura islamica.

Sebbene non sia visto come un luogo di culto, la comunità rastafariana delle Barbados è molto presente anche a Bridgetown presso Temple Yard. Qui, i visitatori sono invitati a esplorare le bancarelle in cui la comunità produce e vende una varietà di prodotti artigianali e alimentari, o semplicemente unirsi a loro per un momento di "ragionamento" (conversazioni profonde che condividono pensieri su una vasta gamma di argomenti). Altri gruppi spirituali come i battisti spirituali, i cattolici e le chiese evangeliche hanno anche stabilito le loro case dentro e intorno alla periferia di Bridgetown.

 

Shopping

Essendo la capitale delle Barbados, è ovvio che il commercio svolge un ruolo vitale nelle attività quotidiane della città: c'è lo shopping per soddisfare tutti. La strada principale della città, Broad Street, ospita alcune delle migliori marche di merchandising. Ci sono anche banche al dettaglio, negozi di bellezza, farmacie, centri commerciali come Colonade Mall e Mall 34 e molti altri outlet in questa strada principale. Uno dei negozi più famosi che è in funzione da oltre un secolo è Cave Shepherd, e la sua filiale di Broad Street è la sede principale del più grande centro commerciale del paese. Cave Shepherd offre tre piani di prodotti di ampio respiro, molti dei quali hanno prezzi duty-free. La loro merce include linee di bellezza e fragranze di marca; pietre preziose e gioielli in metallo; elettronica; abbigliamento per uomo, donna e bambino; biancheria intima; libri e cancelleria; giocattoli; abbigliamento da spiaggia; abbigliamento sportivo; liquori e sigari; scarpe; articoli per la casa e una gamma di souvenir e articoli di artigianato.

Parallela a Broad Street c'è Swan Street, dove ci sono negozi più piccoli a prezzi ragionevoli e venditori ambulanti situati lungo il tratto di questo viale pedonale. Questi negozi vendono articoli al dettaglio come vestiti, scarpe, gioielli, casalinghi e tessuti, e potresti anche trovare alcuni articoli di novità lungo la strada. Puoi anche concederti una bevanda rinfrescante o un cono di neve dai venditori per combattere il caldo. A pochi passi di distanza, ci sono alcuni centri commerciali interni più piccoli, venditori all'aperto e negozi indipendenti situati su James Street, Tudor Street e Roebuck Street. Questi vendono anche un'ampia selezione di prodotti a prezzi convenienti.

All'estremità occidentale di Bridgetown si trova il pittoresco Pelican Village. Questo piccolo villaggio commerciale prende il nome da Pelican Island (una piccola isola al largo della costa che è stata bonificata come parte di quello che ora è il Deep Water Harbour) . Il Pelican Village ospita alcuni dei migliori artigiani dell'isola. Situato appena fuori dal porto di Bridgetown, questa è spesso la prima tappa per i visitatori delle navi da crociera. Si compone di diversi negozi indipendenti modellati sul design della casa dei beni mobili. I negozi offrono una vasta gamma di prodotti artistici e artigianali tra cui dipinti, sculture in mogano, artigianato in filo metallico, gioielli, abbigliamento e tessuti di produzione locale, ceramiche e prodotti in paglia. Se sei fortunato, potresti anche vedere alcuni degli artigiani al lavoro, creare i loro capolavori. L'arte è disponibile per l'acquisto nel Pelican Village. Potresti anche visitare altre due gallerie a Bridgetown che ospitano mostre temporanee: la Queen's Park Gallery che si trova a Queen's Park e la Artists 'Alliance a Norman Center su Broad Street. Anche molti dei pezzi esposti in questi spazi sono spesso in vendita.

 

Cibo

Non mancano i punti vendita di cibo a Bridgetown. In effetti, sia che tu preferisca un'atmosfera da pranzo o che tu voglia provare un po 'di cibo da strada, c'è sicuramente qualcosa per soddisfare la tua fantasia. Per un pranzo al coperto con aria condizionata, l'area ristorazione al 3 ° livello di Cave Shepherd ospita alcuni dei più famosi punti ristoro delle Barbados. Ad esempio, i pasti tradizionali Bajan sono disponibili presso il ristorante Ideal che è stato a lungo associato a Cave Shepherd. Se preferisci assaporare la cucina dell'India orientale, c'è Chutney's, noto per la sua variegata offerta di curry. Presso RB's sono disponibili anche succulenti pasti al girarrosto e, se preferisci un pasto leggero, puoi visitare Coffee Bean per i loro impacchi, insalate e deliziose bevande calde.

Per un'esperienza culinaria rilassante che è una delle preferite tra i clienti abituali locali e in visita a Bridgetown, il ristorante Mustor è il posto dove stare. Questa struttura a conduzione familiare, con il suo arredamento modesto, ricorda i negozi di rum locali e offre alcuni dei piatti della cucina Bajan più ricercati della città. Alcuni piccoli ristoranti e venditori offrono una varietà di cibi appena grigliati, pasticcini, panini e altre prelibatezze. Questi possono essere trovati lungo Swan Street, in Tudor Street, Baxter's Road o nel Lower Green Bus Terminal. Se stai cercando cucina vegetariana o italiana (rastafariana), sicuramente la troverai a Temple Yard e nei dintorni. E, naturalmente, ci sono anche diverse offerte di fast food in città. Le catene internazionali come Burger King, KFC e Subway hanno punti vendita nel cuore di Bridgetown Barbados. Ci sono anche tre punti vendita della famosissima catena di fast food locale, Chefette.

 

Spazi verdi

Forse quando pensi a una città, immagini una giungla di cemento con grandi edifici e inquinamento dovuto al traffico intenso. Ma Bridgetown confuta questa idea. Entrando in città, dovrai passare davanti (o vicino a) bellissime aree paesaggistiche. C'è Piazza Indipendenza sul lato meridionale della città. Non troppo lontano c'è il Queen's Park (dove troverete la Queen's Park Art Gallery e il Daphne Joseph-Hackett Theatre). Queen's Park è anche un alveare di attività poiché spesso si gioca a cricket nell'adiacente Weymouth Playing Field o compagnie di ballo che provano le loro routine all'ombra degli alberi o del gazebo. Ci sono anche zone più tranquille della città, come Church Village Green. Situato, proprio di fronte al Queen's Park, ospita un piccolo ponte su un tranquillo stagno di pesci, un anfiteatro e panchine ombreggiate. Questo parco presenta anche repliche di monete storiche (un display appropriato poiché lo spazio è collegato alla Banca centrale delle Barbados) e un'installazione di porte che sarebbero state precedentemente utilizzate nelle case dei beni mobili che un tempo sorgevano in quel villaggio.

Dall'altra parte della città, c'è un piccolo parco chiamato Jubilee Gardens. Originariamente chiamato nel 1888 in onore del Giubileo d'oro del regno della regina Vittoria, il parco è un'oasi tranquilla con alberi e panchine. Il giardino fu pavimentato nel 1929 quando vi era di stanza un terminal degli autobus. Ma, nel 2005, il terminal è stato trasferito e l'area è stata riqualificata come giardino. Con i suoi terreni pavimentati, funge da luogo di intrattenimento e mostre. Ancora più in basso e proprio di fronte al Pelican Village, c'è Trevor's Way. Questa passerella verde e ombreggiata conduce dal terminal crociere di Bridgetown alla città. Mentre c'è traffico che passa sull'autostrada adiacente, l'altro lato di Trevor's Way è abbracciato dalle dolci acque dell'oceano e dalla brezza.

Ci sono molti modi per visitare Bridgetown e molti occhi attraverso i quali è possibile vedere il suo significato storico e sociale. Le sue strade, edifici e monumenti riflettono un tempo nella storia che è stato avvolto nell'oscurità. Ma la bellezza della città ora parla allo spirito delle persone che hanno superato le sfide e hanno reso le Barbados tutto ciò che sono oggi.

Esplora le storie dell'isola

Vivi Barbados a modo tuo! Tour dell'isola di lusso, avventure ecologiche, fine settimana gastronomici, scoperte storiche, impegni artistici, imprese oceaniche e "spa-cationi" possono essere trovati nelle categorie seguenti. Da dove inizierai?