Ti trovi qui
Sport

Golf per tutti

SET 06, 2016 @ 14.58

Se il golf è attualmente uno degli sport più diffusi del mondo, lo si deve anche al fatto che si è progressivamente rivolto a una fascia di giocatori molto più ampia rispetto alla sua platea tradizionale. La crescita di popolarità di questo sport negli ultimi due decenni è dovuta alla maggiore apertura nei confronti delle donne donne e al fatto che si sia rivolto a persone di ogni età. Sono lontani i tempi in cui i giovani potevano giocare raramente nei golf club e gli anziani si ritiravano presto dallo sport e appendevano le mazze al chiodo, cedendo ai primi disturbi e ai primi segni della vecchiaia. In un'epoca sempre più attenta alla salute e al benessere, anche per i golfisti la terza età diventa sempre meno un impedimento. Ciò ha aperto nuovi orizzonti anche al golf, grazie alla disponibilità di viaggi economici e alla maggiore accessibilità di campi di gioco, due fattori che hanno dato il via alla nuova tendenza di trascorrere un periodo di vacanza all’insegna del di questo sport. Inoltre, molte più coppie ora giocano a golf e coinvolgono i loro cari.

Il golf è ormai riconosciuto come uno sport di famiglia e il cliché del padre che sparisce per cinque ore a giocare con gli amici è ormai superato. Oggi i club sono molto più aperti sia agli uomini che alle donne, alle famiglie, ai giovani e soprattutto ai visitatori.

Molti golf club si trovano ad affrontare un periodo difficile a causa della recessione mondiale e le green fee dei visitatori rappresentano un contributo importante al bilancio annuale. Per i resort golfistici sono poi la linfa vitale del loro business.

La diffusione mondiale del golf ha portato alla creazione di magnifici campi in tutto il mondo e il marketing legato al golf ha visto una notevole crescita nell’ambito del turismo sportivo internazionale. L'importanza di questo sport non è passata inosservata nei Caraibi e tutta la regione ha visto la creazione di eccellenti resort turistici con campi di golf che si sono aggiunti ad altri già esistenti. A Barbados, anche se molti alberghi hanno tardato a cogliere le opportunità di business connesse al golf, sono presenti molti resort che non si sono lasciati sfuggire l’occasione e tutti i principali centri golfistici sull’isola, come Apes Hill, Royal Westmoreland e Sandy Lane, offrono pacchetti soggiorno comprensivi di partite di golf.

A CIASCUNO IL SUO

Barbados ha cinque campi da 18 buche e due da 9 buche, ciascuno con una propria attrattiva. Giocare a golf sull'isola è relativamente semplice e, anche se talvolta vigono alcune restrizioni negli orari in cui si può iniziare una partita, non è difficile giocare se si è abbastanza flessibili e si è disposti a pagare la tariffa prevista. Il problema è che giocare nei resort più esclusivi non è certo economico. Non bisogna dimenticare, però, che Barbados non è in generale una destinazione per vacanze economiche e che, come per tutto il resto, i prezzi a Barbados sono più elevati rispetto a località turistiche low budget. Considerando i costi, è evidente che il magnifico Green Monkey Course di Sandy Lane non è alla portata della maggior parte dei giocatori, ma per coloro che possono permetterselo rappresenta senza dubbio una meravigliosa esperienza di gioco. D’altra parte, sia il Barbados Golf Club che il Golf Club Rockley offrono pacchetti relativamente economici, accessibli alla maggior parte degli appassionati. Per questo vale la pena di guardarsi intorno: anche se Apes Hill è un ottimo campo di fascia alta, a volte ha magnifiche offerte sia per gli ospiti che soggiornano nelle sue ville sia per i visitatori, se si esclude, ovviamente, il periodo di Natale. Molti giocatori prendono in considerazione altri fattori, oltre al costo. Per esempio, la posizione, la lunghezza del campo, la difficoltà delle buche, la presenza di un Pro Shop e i servizi offerti dalla club house sono tutti elementi importanti per gli appassionati.

Tutti i resort golfistici più esclusivi si trovano sulla costa occidentale e sono facilmente accessibili dai principali alberghi e dalle ville in affitto. Distano circa 30-40 minuti di auto dalla costa meridionale, a seconda del traffico, ma sono raggiungibili in soli 5-10 minuti dalla maggior parte degli alberghi situati su quella occidentale.

GOLF A BARBADOS: NOMI E INDIRIZZI

In fatto di lusso, il Sandy Lane Resort è in grado di soddisfare tutti i desideri dei golfisti più esigenti. Soggiornando presso il magnifico Sandy Lane Hotel si gode di un trattamento da re sia in campo che altrove. Il circolo golfistico è raggiungibile in pochi minuti di auto dall'hotel e dispone di due esclusivi campi da campionato da 18 buche oltre all’Old Nine, un affascinante eredità del campo precedente, ancora molto richiesto dai visitatori abituali. Sandy Lane si colloca da ogni punto di vista nella fascia più alta del mercato. Il campo è curato in modo superbo, vanta un campo pratica di alta classe, mette a disposizione dei suoi ospiti lezioni di golf con istruttori professionisti, ha cart modernissimi e accetta ordini per il pranzo; inoltre offre un servizio regolare di carrello bevande sul campo, vanta spogliatoi paragonabili a quelli di un hotel di cinque stelle, un Pro Shop ben fornito con articoli di alta qualità e una club house spaziosa e accogliente che gode anche di una splendida vista panoramica sulla costa occidentale; infine, il personale è molto attento e cordiale e l’area bar/ristorante è davvero eccellente. Non è certo economico, ma offre tutto quello che si può desiderare da un pacchetto completo.

Il Royal Westmoreland Resort è un quartiere residenziale recintato che riserva un orario di gioco limitato ai visitatori non soci, mentre offre condizioni eccellenti agli ospiti che affittano le sue ville. La struttura golfistica vanta servizi eccezionali, compreso un difficile campo da 18 buche e un ottimo driving range, nonché dei superbi green di pratica e dei bunker per l’allenamento. Dal circolo si gode una magnifica vista sulla costa occidentale, soprattutto dalla spaziosa club house che ospita anche il Pro Shop, vari negozi al dettaglio, un’agenzia immobiliare, un bar e un ristorante.

Apes Hill si arricchisce costantemente novità di anno in anno e pertanto riserva sempre nuove sorprese ai suoi ospiti e un’esperienza golfistica sempre migliore. La club house è situata in una struttura temporanea, ma è perfettamente rispondente a tutte le esigenze, anche se gli spogliatoi, il Pro Shop, il bar e il ristorante sono indubbiamente di dimensioni ridotte. Anche se alcuni apprezzano questi spazi limitati, è in corso la costruzione di una nuova splendida club house destinata a trasformare l'esperienza di gioco ad Apes Hill con nuovi servizi e nuovi comfort.

Il Barbados Golf Club si trova a pochi minuti di auto dal Grantley Adams International Airport ed è facilmente raggiungibile da tutte le località, essendo nelle vicinanze della ABC Highway. Non dispone di strutture di fascia alta, ma non applica prezzi elevati ed è di conseguenza più simile a un campo da golf tradizionale che a un resort golfistico esclusivo. Il campo è di buon livello e la club house offre una struttura più che adeguata, perfettamente attrezzata con Pro Shop, spogliatoi, bar e ristorante. Si possono prendere lezioni di golf e c'è un eccellente campo pratica per mettere a punto o migliorare lo swing e il putting. Il club offre numerose attività il sabato, la più importante giornata di gara, anche se alcuni gruppi giocano durante la settimana in regolari gare informali seguite da una piacevole chiacchierata nella club house.

Il circolo più piccolo a Barbados è il Rockley Golf Club, a pochi minuti di auto dalla South Coast Road e a breve distanza da tutti gli hotel. Rockley è un grazioso campo a 9 buche all’interno di un parco in una zona residenziale che conta alcune centinaia di condomini: presenta un terreno piatto, piuttosto difficile ma piacevole al tempo stesso. La buona fama del club si fonda sul fatto di aver la miglior “19a buca” di tutti i club di Barbados, vale a dire la più vivace vita sociale e di essere l’ambiente ideale per bere qualcosa dopo una partita. La gestione del circolo rispetta la tradizione: ci sono capitani uomini e capitani donne, commissioni, gare settimanali e presentazioni dei premi presso la club house dopo ogni evento. Il bar/ristorante Birdies on the Green Bar offre un'ottima cucina e bevande a prezzi contenuti e la club house dispone anche di un piccolo Pro Shop, degli spogliatoi, di un negozio di articoli sportivi, di un ufficio immobiliare e di un ottimo parrucchiere. Inoltre, è possibile prenotare lezioni di golf. Molte gare del sabato sono seguite da vari intrattenimenti e il numero dei soci raddoppia durante la stagione turistica, quando i visitatori alla costante ricerca del sole tornano da oltreoceano. Alcuni vengono a Rockley da anni e vi rimangono per periodi fino a sei mesi, partecipando all’organizzazione delle attività del club. I visitatori sono sempre i benvenuti a Rockley e sono ammessi a partecipare anche alle gare settimanali.

IL TEST DEL GOLF

Per gli esperti golfisti l’elemento più importante in assoluto è la qualità del campo e i campi di fascia alta sono sicuramente i gioielli della corona del golf a Barbados. E’ di fatto impossibile stabilire quale sia il miglior campo di golf in assoluto, dal momento che ogni giocatore ha le proprie preferenze e l’unico modo per fare un confronto è quello di provarli tutti.

Apes Hill è il circolo golfistico più recente di Barbados ed ha delle caratteristiche molto speciali. Situato sulle colline sopra Westmoreland, offre una vista panoramica sia sulla costa occidentale che su quella orientale e il suo layout sfrutta al massimo il terreno naturale senza danneggiarlo. Il rispetto per l’ambiente è fondamentale per la cultura di Apes Hill, che ha ricevuto riconoscimenti internazionali per il suo impegno nella salvaguardia della fauna, dell'acqua e dell'ambiente.

Il campo si estende per oltre 6,4 chilometri di lunghezza dal back tee e, quando soffia il vento, presenta qualche difficoltà. Il campo sorge in un’area residenziale in costruzione, con vasti lotti di terreno ancora liberi ma destinati a ospitare diverse proprietà, per cui il paesaggio cambierà radicalmente con il trascorrere del tempo. Chi gioca all’Apes Hill deve avere l’accortezza e l’abilità di colpire la pallina dal tee in modo che vada il più possibile in direzione del green, perché in caso contrario la pallina potrebbe perdersi tra la fitta vegetazione o finire in un punto da cui è poi difficile scorgere il green. Anche i green presentano notevoli sfide, perché sono ondulati, ampi e difficili da interpretare a causa delle numerose interruzioni e inclinazioni. Diverse buche nella parte superiore del campo sono particolarmente difficili da colpire dal back tee e, anche se la vista è mozzafiato, la precisione del tiro dal tee e di quello successivo di avvicinamento al green sono fondamentali. La buca 12 par 3 si trova al centro di un canalone, un magnifico anfiteatro naturale per chi gioca, ma sia la 13a che la 14a buca sono altrettanto straordinarie in quanto richiedono colpi di precisione dal tee al green attraverso gole, palme svettanti e pareti rocciose. La buca più divertente è l'ultima, dove di solito soffia un forte vento favorevole che dà l’opportunità ai migliori golfisti di flettere i muscoli e colpire la pallina con grande energia e farla volare attraverso il vasto fairway, un vero lusso rispetto alle altre buche, molto più brevi, del campo.

ll rinomato progettista di campi da golf, Tom Fazio, ha anche disegnato i due campi da 18 buche di Sandy Lane, che presentano caratteristiche molto diverse, ma inserite anch’esse in un resort dalle caratteristiche esclusive. Entrambi sono campi di alto livello, adatti sia per i giocatori più esperti che per quelli ancora alle prime armi. Il Country Club Course ha ospitato il Campionato mondiale Matchplay Tournament del 2006, vinto dai tedeschi Bernard Langer e Marcel Siem. Si tratta di un campo immerso in un parco piacevole, con ampi fairway ben curati e green veloci e difficili. La variabile più importante è il vento, soprattutto nella parte superiore del campo in cui i tiri con il vento a favore possono essere altrettanto impegnativi di quelli con il vento contrario. Nel suo design Fazio ha utilizzato nove buche del vecchio campo di Sandy Lane e di conseguenza ha sfruttato la presenza di alberi maturi e fairway consolidati, mescolandoli splendidamente con il nuovo design e creando alcune buche spettacolari, come quella finale par 3 che attraversa un idilliaco laghetto proprio di fronte alla club house in posizione sopraelevata.

Il Green Monkey Course è un campo ricavato da una cava ed è usato poco, per cui è rimasto incontaminato, pulitissimo e molto suggestivo. Le buche più spettacolari, quelle intorno al lago, sono particolarmente piacevoli, non da ultimo perché la vista sulla costa occidentale è davvero magnifica, tanto da distrarre i giocatori che non sono frequentatori abituali.

Le dolci colline del Royal Westmoreland sono state sapientemente scolpite dall’architetto americano del golf Robert Trent Jones (Jnr), ideatore di un superbo percorso da campionato a 18 buche, che ha messo alla prova i grandi nomi dello sport come Sir Nick Faldo, Ian Woosnam e Tom Leeman, oltre a tanti altri che hanno partecipato ai tornei annuali organizzati in questa località diversi anni fa. Il campo può essere configurato in modo diverso in base ai vari livelli di abilità, ma la scelta più impegnativa potrebbe risultare scoraggiante, soprattutto nei giorni di forte vento. La tenuta è maturata nel corso degli anni e le adiacenti ville di lusso contribuiscono a creare in generale un ambiente incantevole. Le buche par 3 sono delle vere perle e sfruttano al massimo i canaloni, i laghi e le pareti rocciose che fanno del Royal Westmoreland uno dei migliori campi da golf nei Caraibi. La buca conclusiva par 4 aiuta a chiudere in bellezza: infatti, dal tee-box in posizione elevata si gode una vista spettacolare. Il colpo dall’ultimo tee deve essere attentamente indirizzato lungo lo stretto fairway in discesa che è costeggiato e protetto da un canalone e dalla fitta vegetazione. Il tiro di approccio allo stretto green deve essere particolarmente accurato perché la zona circostante è pericolosa, ma viene ampiamente ricompensato da un par 4.< r />.Il campo del Barbados Golf Club a Durants è spazioso e particolarmente generoso con i golfisti dal tiro meno preciso. Il forte vento rende le buche di ritorno alla club house particolarmente impegnative, ma sottovento la buca par 5 di apertura offre un’ottima opportunità di realizzare un birdie, e un tee preciso lungo la buca 3 par 4 consente di avvicinarsi notevolmente al green. Nel complesso il campo è di buona qualità e mette alla prova i golfisti con alcuni tiri difficili attorno al laghetto artificiale, che confina con le buche 5, 15 e 16. La bellezza di questo percorso è che si può adattare a tutti gli standard di gioco ed è facile da giocare, perché piano e aperto. La buca 18 par 5 di ritorno alla club house è l’ideale per chiudere il percorso e risulta particolarmente allettante per i giocatori che sanno colpire la palla più lontano e che cercano di concludere la partita con un birdie. Molti ci sono riusciti e altri hanno addirittura realizzato degli eagle, ma il pittoresco laghetto che protegge il green è pieno di palline da golf, a testimonianza del fatto che un gran numero di giocatori ha fallito nell’ardita impresa.

Lo stretto campo a 9 buche di Rockley è molto diverso dall’Old Nine di Sandy Lane. Giocare a Rockley richiede molta precisione dal tee e un’ottima capacità di gestione del campo di golf. Ci sono fuori limite a ogni buca e, anche se il campo è relativamente piccolo con solo 3000 metri circa per 9 buche, gli stretti fairway e i green ben protetti assicurano che non possa essere conquistato troppo facilmente. Rockley è immerso in una tenuta caratterizzata dalla presenza di appartamenti, torreggianti alberi di mogano, bambù e scimmie lungo i fairway. La buca 7 ha un albero enorme proprio nel centro del fairway e la 8 ne ha uno davanti al green, il che rende il tiro di avvicinamento molto impegnativo in entrambi i casi. Molte buche sono delle par 4 piuttosto corte, ma molto spesso la tentazione di colpire la palla con forza anziché gestire il colpo di avvicinamento in modo strategico finisce per compromettere la prova del giocatore troppo aggressivo. Rockley è un bel campo di piccole dimensioni che si può percorrere rapidamente e dove si possono giocare 9 o 18 buche in un’atmosfera tranquilla e rilassante.

L’Old Nine di Sandy Lane, invece, è lungo e piuttosto difficile, ma ha un design superbo ed è molto apprezzato sia dai golfisti locali che dai turisti. La buca 3 par 5 è molto lunga e servono tre buoni colpi per raggiungere il green e la famosa 7 par 3 dal tee rialzato è piuttosto facile, ma comunque splendida per via dell’ambientazione. La buca 9 par 5 richiede accuratezza, non distanza, e offre la possibilità di finire con un par facile o un birdie prima di tornare alla club house o fare altre nove buche.

INFORMAZIONI SUL GOLF A BARBADOS

La Barbados Golf Association è l'organismo centrale dedicato ala gestione del golf sull'isola ed è in gran parte responsabile dell'organizzazione di tornei locali, dei tornei di campionato, della formazione dei giovani e delle squadre di rappresentanza. Molti membri dei circoli sono anche membri della BGA e i golfisti che non hanno handicap ufficiali presso un circolo internazionale possono ottenerne uno attraverso la BGA, che è affiliata alla USPGA.

Nel corso dell’anno ci sono numerosi importanti tornei di golf sponsorizzati oltre a eventi nazionali, a cui partecipano molti visitatori stranieri che giungono appositamente sull’isola. Il Sir Garry Sobers Tournament è l’evento principale, un torneo aperto che si svolge in quattro giorni su diversi campi coinvolgendo quasi 300 giocatori. Il pacchetto di partecipazione è piuttosto ragionevole, i premi e l’ospitalità sono eccellenti, ma il torneo è molto affollato e pertanto il gioco potrebbe diventare piuttosto lento. Alcuni giocatori hanno avuto anche la fortuna di misurarsi sul campo con questo grande personaggio, che è ancora un appassionato golfista e molto popolare nel mondo sportivo di Barbados.

Chi è interessato al golf, deve prestare attenzione alle potenziali offerte e contattare direttamente i vari club per conoscere le loro proposte, poiché ci sono molte promozioni per invogliare i giocatori, soprattutto nei periodi più tranquilli, prima e dopo l’intensa stagione turistica invernale.

     
Chiudi