Tu sei qui
Gli sport

Navigando nelle Barbados - Gus Reder e Anne Tindlae

Navigando nelle Barbados - Gus Reder e Anne Tindlae
GEN 31, 2017 @ 19.17

Adattato dalla rivista Sporting Barbados - http://www.sportingbarbados.com/

Le Barbados sono sempre state benedette da condizioni di navigazione ideali: acqua calda e chiara, brezze sostenute e baie riparate e spiagge sulla costa occidentale, rendendo la vela uno sport naturale per i Barbados e Barbados un'ottima posizione sia per i marinai locali che in visita .

La vela ha una lunga storia alle Barbados, che risale ai tempi delle navi clipper e delle golette commerciali. Da quei tempi i marinai, sia delle Barbados che di tutto il mondo, si sono rivolti a yacht da regata e da crociera, così come a gommoni, per godersi il divertimento sull'acqua. Basandosi sui numeri, la navigazione a Barbados raggiunse il culmine negli anni '70 e '80 quando grandi flotte di derive Mirror, Sunfish, Kingfish e Fireballs gareggiarono tra una classe di handicap di chiatte costruite localmente e altri design assortiti. Il numero di grandi barche a chiglia capaci di regatare non solo nelle Barbados, ma di viaggiare in regate nelle altre isole, è gradualmente aumentato dalla metà degli anni '70. Barche come Nefertiti, Bruggadung I e Countdown, progettate e costruite localmente, insieme a Morning Mist, Angelique, Hard Seed, Sara, Morning Tide, Virgo, Immigrant, Jaystar, Bruggadung ll e Blazin sono diventate famose in tutti i Caraibi.



A casa alle Barbados, le corse si sono svolte ogni fine settimana da fine dicembre a luglio. I sabati videro entrambi i derive e le barche a chiglia che corrono nell'handicap Round the Buoys Series a Carlisle Bay. Le domeniche hanno poi visto molte delle più grandi barche a chiglia correre da Carlisle Bay a Shoal Bank, lungo la costa meridionale fino a Oistins e tornare al traguardo a Carlisle Bay nella serie Offshore. Seguì sempre un vivace "After Race Party" al Barbados Yacht Club!

Ogni anno tra la fine degli anni '70 e l'inizio degli anni '80 si teneva il tanto atteso Coach House Race il giorno di Santo Stefano. Keelboats corse da Carlisle Bay lungo la costa occidentale fino alla fine della Coach House, un pub in stile inglese a Paynes Bay. È da questa gara che l'annuale Mount Gay Rum Regatta ha avuto inizio alla fine di dicembre 1985. Alla fine degli anni '80 l'Atlantic Rally for Cruisers (ARC) ha reso Barbados la sua destinazione finale per i suoi primi due anni, portando un gran numero di yacht e marinai in visita alle nostre sponde alla fine di dicembre e all'inizio di gennaio di ogni anno. Sfortunatamente, il 1988 vide Jimmy Cornell, il fondatore dell'evento, spostare il traguardo a St Lucia in cerca di migliori strutture di ormeggio.



Negli ultimi vent'anni e oltre, i nostri programmi di allenamento velico hanno prodotto una profusione di velisti ricreativi e competitivi. In molti casi, il loro amore primario per lo sport nasce dall'essere fuori e sull'acqua.

A partire dal 1971, la Barbados Youth Yachting Training Association (BYYTA), con sede a Brighton, ha insegnato un gran numero di giovani Bajans nel versatile e duraturo Mirror Dinghy. Con la chiusura della struttura di Brighton a metà degli anni '90, il BYYTA si unì alla Barbados Yachting Association per formare la Barbados Sailing Association (BSA). La BSA ha continuato la formazione velica fuori dal Barbados Yacht Club (BYC) utilizzando il gommone a una mano Topper recentemente acquistato e il gommone a due persone Echo 12. La Barbados Optimist Dinghy Association (BODA) è stata fondata nel 2001 utilizzando una flotta di gommoni Optimist per portare i più piccoli in barca e in acqua. Durante questo periodo, il programma di formazione velica BSA ha formato e supportato un team di successo di giovani velisti che hanno partecipato a numerose regate locali, regionali e internazionali. Il calo del numero di volontari e l'aumento dei costi di manutenzione e sostituzione delle barche hanno portato alla formazione di base di una società privata, LRN2Sail, con la BSA che si concentra sull'addestramento alla guida e sull'amministrazione di questo sport.

Un certo numero di marinai di questa era della vela Barbados ha continuato a rappresentare il loro paese a livello internazionale, in particolare i paladini dell'Olimpo Howard Palmer, Bruce Bayley, Shane Atwell, Andrew Burke, Rodney Reader e Greg Douglas. Sfortunatamente, come in molti altri paesi, lo sport della vela è lentamente diminuito nel corso degli anni. Questa flessione è stata variamente attribuita all'aumento dei costi delle imbarcazioni e delle attrezzature, alla concorrenza di altri sport e attività e alla diminuzione del tempo libero per adulti e giovani.

Tuttavia, a partire dal 2006, l'importazione del J / 24, una barca a chiglia a 5 persone dal design rigoroso, ha portato una rinascita di interesse nella vela competitiva alle Barbados e a Grenada, St Lucia, Trinidad e St Vincent, con altrettanti 18 barche sono presenti alle regate di Barbados, Grenada, St Lucia e Bequia. L'alto livello della vela nella classe J / 24 ha prodotto squadre come Hawkeye, Maximum, Impulse ed Esperanza che hanno rappresentato le Barbados con grande onore ai Campionati del Mondo J / 24 negli Stati Uniti e in Germania. Questa classe rimane molto attiva oggi ed è amministrata dal Club J / 24 delle Barbados.

Il revival della Round Barbados Race nel 2011 da parte del Barbados Cruising Club, in associazione con Barbados Tourism Management Inc. (BTMI) e Mount Gay Rum, ha portato alcune delle macchine da vela più veloci del mondo a correre nelle Barbados. La prima gara organizzata intorno a Barbados si è tenuta il 1 ° gennaio 1936 quando 5 golette commerciali hanno gareggiato per "vantarsi" e un piccolo premio. Il vincitore è stato Lou Fox di Lou Kennedy in un tempo di 10 ore e 20 minuti. Ci chiediamo cosa ne penserebbe Lou Kennedy dell'attuale tempo record del Team Absolute Multihull del Team Concise Ms Barbados di 2 ore e 37 minuti!



La Barbados Sailing Association ha collaborato con il BTMI e il Barbados Yacht Club per migliorare il profilo della vela ospitando numerosi eventi mondiali. Questa campagna è iniziata nel 2009 con l'International One Meter World Championships, che è stata seguita dai Fireball Worlds nel 2010, i 505 Worlds nel 2013, i GP14 Worlds nel 2016 e i Seaview Classic Dinghy Championships anche nel 2016. Sia BTMI che BYC stanno continuando a promuovere Barbados come destinazione per il turismo sportivo a vela e propongono di ospitare i Campionati del mondo OK Dinghy e Finn Masters a maggio e giugno 2017.

Per celebrare i 50 anni di attività sportiva in una Barbados indipendente, la Barbados Sailing Association ha lavorato a stretto contatto con l'Associazione Olimpica di Barbados per organizzare una giornata di gare di canottieri il 20 novembre 2016 nell'ambito dei Giochi di Indipendenza dell'Elite. Questo evento ha visto il meglio dei velisti da regata delle Barbados che gareggiano nelle classi Optimist, Topper Topaz, GP14, Sunfish e Laser.



Il governo delle Barbados continua a migliorare le strutture per le imbarcazioni locali e in visita. Nel bacino interno di Careenage e nel porto di Bridgetown, sono stati completati 600 metri di nuovo spazio di attracco, con servizi che includono uffici doganali, immigrazione e salute portuale, nonché servizi igienici, docce, lavanderia, alimentazione a terra e rifornimento idrico . Verso la fine del 2016, queste nuove strutture hanno accolto le barche che hanno partecipato a Barbados 50, uno speciale raduno transatlantico che si è svolto per commemorare i 50 anni dall'indipendenza delle Barbados. Dopo un inizio simbolico a Londra a fine luglio 2016, il rally, organizzato da Cornell Sailing Events e sponsorizzato da BTMI, ha fatto scalo in vari porti spagnoli e portoghesi diretti a sud alle isole Canarie e Capo Verde. La flotta attraversò poi l'Atlantico per arrivare a Barbados in tempo per la celebrazione del 50 ° Anniversario delle Barbados.

Indipendenza il 30 novembre 2016. Barbados 50 è stata seguita dall'Ocean Odissea che ha debuttato alle Barbados nel dicembre 2015. L'Odissea ha lasciato il Teneriffe il 19 novembre 2016. Anche Jimmy Cornell ha lanciato il Multi Transat a gennaio 2016, un nuovo transatlantico gara finalizzata esclusivamente ai multiscafi di produzione. I proprietari di catamarani e trimarani hanno potuto attraversare l'Atlantico fino a Barbados in un evento competitivo a partire da Santa Cruz de Tenerife il 12 novembre 2016 e finire a Barbados in tempo per le celebrazioni dell'Indipendenza.

Il fatto di aver ospitato così tanti eventi di vela prestigiosi e di successo, inclusi quattro Campionati del Mondo, negli ultimi anni ha sicuramente contribuito ad aumentare il profilo delle Barbados a livello internazionale e gli sforzi sono in atto a livello locale per aumentare la partecipazione ai programmi di formazione velica, così come la consapevolezza del pubblico lo sport in generale.

 

     
Vicino